News Ticker

E se systemd si occupasse del bootloader? Detto fatto!

linux

L’idea che systemd stia fagocitando tutto il substrato delle componenti Linux è qualcosa che spaventa i più. Per i detrattori di questo progetto questa è la prima freccia nella faretra: a che pro includere tutto in un megalite quando le componenti separate sino ad oggi hanno servito perfettamente ognuna al proprio scopo?

Le notizie che giungono da Phoronix e più precisamente da quanti hanno assistito alla presentazione delle novità di systemd per il 2015 effettuata da Lennart Poettering portano un nuovo motivo di discussione per tutti.

E questo motivo esula dal fatto che la presentazione fatta da Poettering al FOSDEM fosse priva di slide o proiezioni e solamente parlata, come dimostra questa immagine:

Poettering al FOSDEM

Quanto emerge dalla conferenza nell’ambito delle nuove funzionalità del progetto è che systemd integrerà Gummiboot, un boot loader con supporto alle immagini EFI, e quindi in grado di gestire i sistemi che utilizzano un sistema di boot UEFI.

Addio Grub, è stato un lungo ed entusiasmante viaggio.

Da sempre appassionato del mondo open-source e di Linux nel 2009 ho fondato il portale http://www.miamammausalinux.org per condividere articoli, notizie ed in generale tutto quello che riguarda il mondo del pinguino, con particolare attenzione alle tematiche di interoperabilità, HA e cloud.