EGroupware, un sistema di collaborazione enterprise: Introduzione alla personalizzazione

egroupware

Dopo aver visto come installare eGroupware nella prima parte di questa serie di articoli, vediamo ora come configurare diversi aspetti.

La configurazione di EGroupware è un capitolo lungo e complesso. EGroupware, infatti, si presenta come un insieme ben armonizzato di strumenti reciprocamente correlati ed estremamente flessibili. L’amministratore li configura in base ai risultati che vuole ottenere. I criteri fondamentali, per modellare la configurazione, sono l’organizzazione del gruppo, le relazioni tra le parti/persone del gruppo ed i workflow. Detto questo rimando al sito di eGroupware dove si può trovare molto materiale online e si può comprare il manuale ufficiale. A titolo dimostrativo propongo:

  • una prima personalizzazione del sito per evidenziare il proprio marchio
  • aggiunta di un gruppo e un paio di utenti
  • impostazione delle categorie globali.

Evidenziare il proprio marchio

Apro il mio browser e accedo all’url http://www.example.com/egroupware . Mi autentico con l’utente administrator

 

faccio clic sull’icona “Admin” per accedere alle pagine di configurazione

Barra dei menu di eGroupware, evidenziato menu admin

la prima volta che si entra in EGroupware chiede di inviare alcuni dati tecnici alla Stylite che li userà a fini statistici. Seleziono paese e tipo di uso e clicco sul bottone “Submit”

Richiesta invio anonimo di informazioni statistiche a Stylite

fatto questo mi viene proposta la pagina principale di amministrazione del sito

pagina principale di amministrazione del sito

inizio cliccando sul link “Site configuration” e personalizzo i vari parametri. Riporto una schermata di esempio. In una installazione reale è opportuno lavorarci un po’ di più caricando loghi, url, ecc… A fine compilazione clicco sul bottone “Save”

Pagina di configurazione del sito

ora clicco sul link “Change main screen message”. Procedo personalizzando il “Main screen” ed il “Login screen” sia per la lingua inglese che italiana. Qui di seguito riporto due screeshot di esempio. Chiaramente in una installazione reale sarà buona cosa una attenta cura e progettazione di queste pagine

Schermata di personalizzazione di Login

Schermata configurazione messaggio di benvenuto

imposto il cron per il dominio. Ogni 5 minuti verrà lanciato un processo che eseguirà tutte le eventuali azioni temporizzate. Clicco sul link “Asynchronous timed services”. Nella pagina che si apre clicco su “Install crontab”. Qui di seguito gli screenshot prima e dopo il click

Configurazione operazioni temporizzate (cron) - prima delle modifiche

Configurazione operazioni temporizzate (cron) - dopo delle modifiche

 

Aggiunta di un gruppo e due utenti

Procedo cliccando su “User groups”

Schermata amministrazione utenti

ora clicco sul bottone “Add”. Creo un gruppo generico di esempio e alla fine clicco sul bottone “Submit Changes”

Schermata creazione gruppo utenti

procedo inserendo un paio di utenti . Uno sarà un utente normale e l’altro sarà un amministratore. Il primo lo chiamo “user-demo” (password demo123_!User) ed il secondo “user-admin” (password demo123_!Admin). Qui di seguito la schermata degli utenti prima dell’aggiunta, le due schermate di creazione dei due utenti e l’elenco utenti dopo gli inserimenti Schermata gestione utenti

Schermata gestione utente

Schermata gestione utente (creazione utente amministratore)

Schermata gestione utenti dopo creazione nuovi utenti

Impostazione categorie globali 

Procedo a impostare le categorie globali. Mi trovo sempre autenticato come amministratore e sono nelle pagine di amministrazione, clicco sul link “Global categories”. L’elenco che si apre è vuoto dopo l’installazione. Clicco sul bottone “Add” 
Schermata gestione categorie
ipotizzo di aggiungere due categorie, ciascuna con due sotto-categorie. Creo la prima e la secon- da categoria principali. Alla fine clicco sul bottone “Save”. Ecco le due schermate
Schermata creazione categoria Ufficio
Schermata creazione categoria Vendite
ora procedo aggiungendo le due sotto-categorie per “Ufficio”
Schermata sotto categoria di Ufficio - Pratiche
 Schermata sotto categoria di Ufficio - Helpdesk
e ora aggiungo le due sotto-categorie per “Vendite”
Schermata creazione sotto categoria di Vendite: Magazzino
 Schermata creazione sotto categoria di Vendite: Articoli
e ora riporto l’elenco delle categorie dopo queste aggiunte:
Schermata gestione categorie
Conclusioni
Nel prossimo articolo, che conclude la serie su eGroupware, vedremo come configurare due domini distinti.