EGroupware, un sistema di collaborazione enterprise: Aggiunta di due domini

egroupware

Nella prima parte di questa serie abbiamo visto come installare eGroupware, nella seconda come fare alcune configurazioni importanti; in questa terza e ultima parte vedremo come gestire due domini sulla stessa installazione.

Le operazioni necessarie le ho già illustrate durante l’installazione precedente: creazione del database, aggiornamento dell’header, operazione di configurazione del setup.

Aggiunta del dominio “luca”

Inizio creando il database “luca”

mysql ­-u root -­p
mysql> CREATE DATABASE luca;
mysql> GRANT ALL PRIVILEGES ON luca.* TO "luca"@"localhost" IDENTIFIED BY "lu31­RL$8"; mysql> FLUSH PRIVILEGES;
mysql> EXIT

il database e l’utente per il database sono pronti. Creo le directory base per il backup ed il virtual file system interno riservate al dominio “luca”

mkdir /srv/bak/egroupware/luca
mkdir /srv/bak/egroupware/luca/files
mkdir /srv/bak/egroupware/luca/backup
chown apache:apache ­R /srv/bak/egroupware/luca

Apro un browser e lo punto all’url http://www.example.com/egroupware/setup e mi autentico come admin nella sezione “Header Admin Login”

Schermata di configurazione delle intestazioni

scorro in basso la pagina e clicco sul bottone “Add new database instance (eGW domain)”

Schermata aggiunta istanza DB per nuovo dominio

viene aggiunta al volo una parte di form. La completo con i dati del database ed un nuovo amministratore per il dominio “luca” e clicco sul bottone “Scrivi”. Qui di seguito l’ultima parte della pagina con i soli campi relativi al dominio “luca”

Schermata con la prima parte della pagina delle impostazioni relative al DB

la pagina seguente mi conferma l’avvenuto aggiornamento del file di header. Clicco sul bottone “Continua”

Schermata di conferma della creazione del file header.inc.php

a questo punto vengo rimandato alla pagina di login del setup. Mi autentico nella form “Setup/Config Admin Login” al dominio “luca” con l’utente admin_luca appena creato

Schermata di login per la configurazione dei domini

a questo punto accedo alla pagina di configurazione. EGroupware evidenzia subito che mancano tabelle valide nel database e ne propone la creazione . Clicco sul bottone “Installa”

Schermata di impostazione del domino

a fine creazione la pagina di configurazione mi comunica l’avvenuta creazione (a parte messaggi diversi). Clicco sul bottone “ricontrolla la mia installazione”

Schermata con pulsante per controllare l'installazione

a questo punto l’aggiornamento della pagina di setup mi conferma la creazione delle tabelle e mi comunica che manca la configurazione. Clicco sul bottone “Modifica la Configurazione Esistente”

Schermata avanzamento installazione

la nuova form è ricca di svariati parametri e presuppone una buona conoscenza dei parametri del server e di quello che si vuole ottenere. Le impostazioni del server IMAP ed SMTP si riferiscono al mailing globale del sistema. A titolo di esempio riporto una configurazione possibile. A fine impostazione clicco sul bottone “Salva”

Schermata completa configurazione dominio

la nuova pagina mi informa che devo impostare l’account dell’amministratore del sito. Clicco sul bottone “Crea account amministratore”

Schermata verifica configurazione dominio: allarme per mancanza amministratore

 

imposto l’account dell’amministratore del dominio “luca” e clicco sul bottone “Salva”

Schermata creazione primo utente del dominio (amministratore)

 

a questo punto tutte le impostazioni base sono applicate. È possibile fare una selezione delle applicazioni disponibili all’interno di EGroupware. Cliccando su “Gestione Applicazioni” posso fare questa selezione, ma preferisco avere a disposizione tutte le applicazioni e agire, successivamente, attraverso i gruppi per selezionare le applicazioni a disposizione degli utenti.

A questo punto clicco su “Esci”

Schermata verifica installazione

La creazione e l’installazione del dominio “luca” in EGroupware è completata. Clicco su “Indietro al Login Utente” per accedere alla pagina di login, lato utente, del nuovo dominio e posso collegarmi e iniziare la configurazione. Se il dominio è per un cliente gli posso passare le credenziali.

Aggiunta del dominio “davide”

Proseguo creando il terzo dominio EGroupware. La procedura è identica alla precedente.

Inizio creando il database “davide”

mysql ­u root ­p
mysql> CREATE DATABASE davide;
mysql> GRANT ALL PRIVILEGES ON davide.* TO "davide"@"localhost" IDENTIFIED BY "da62=PZ&3";
mysql> FLUSH PRIVILEGES;
mysql> EXIT

Il database e l’utente per il database sono pronti. Creo le directory base per il backup ed il virtual file system interno riservate al dominio “davide”

mkdir /srv/bak/egroupware/davide
mkdir /srv/bak/egroupware/davide/files
mkdir /srv/bak/egroupware/davide/backup
chown apache:apache ­R /srv/bak/egroupware/davide

Apro un browser e lo punto all’url http://www.example.com/egroupware/setup e mi autentico come admin nella sezione “Header Admin Login”

Schermata login amministrazione

 

scorro in basso la pagina e clicco sul bottone “Add new database instance (eGW domain)”

Schermata inserimento nuova istanza database

viene aggiunta al volo una parte di form. La completo con i dati del database ed un nuovo amministratore per il dominio “davide” e clicco sul bottone “Scrivi”. Qui di seguito l’ultima parte della pagina con i soli campi relativi al dominio “davide”

Schermata inserimento informazioni di accesso al database

la pagina seguente mi conferma l’avvenuto aggiornamento del file di header. Clicco sul bottone “Continua”

Schermata conferma creazione file header.inc.php

a questo punto vengo rimandato alla pagina di login del setup. Mi autentico nella form “Setup/Config Admin Login” al dominio “davide” con l’utente admin_davide appena creato

Schermata login amministratore

a questo punto accedo alla pagina di configurazione. EGroupware evidenzia subito che mancano tabelle valide nel database e ne propone la creazione . Clicco sul bottone “Installa”

Schermata di configurazione del dominio, segnalazione mancanza database

a fine creazione la pagina di configurazione mi comunica l’avvenuta creazione (a parte messaggi diversi). Clicco sul bottone “ricontrolla la mia installazione”

Schermata configurazione dominio con conferma avvenuta creazione tabelle database

a questo punto l’aggiornamento della pagina di setup mi conferma la creazione delle tabelle e mi comunica che manca la configurazione. Clicco sul bottone “Modifica la Configurazione Esistente”

Schermata avanzamento configurazione

la nuova form è ricca di svariati parametri e presuppone una buona conoscenza dei parametri del server e di quello che si vuole ottenere. Le impostazioni del server IMAP ed SMTP si riferiscono al mailing globale del sistema. A titolo di esempio riporto una configurazione possibile. A fine impostazione clicco sul bottone “Salva”

Schermata configurazione completa del dominio

la nuova pagina mi informa che devo impostare l’account dell’amministratore del sito. Clicco sul bottone “Crea account amministratore”

Schermata avanzamento configurazione, segnalazione necessità creazione amministratore del dominio

imposto l’account dell’amministratore del dominio “davide” e clicco sul bottone “Salva”

Schermata creazione primo utente del dominio (amministratore)

a questo punto tutte le impostazioni base sono applicate. È possibile fare una selezione delle applicazioni disponibili all’interno di EGroupware. Cliccando su “Gestione Applicazioni” posso fare questa selezione, ma preferisco avere a disposizione tutte le applicazioni e agire, successivamente, attraverso i gruppi per selezionare le applicazioni a disposizione degli utenti.

A questo punto clicco su “Esci”

Schemata configurazione dominio terminata correttamente

La creazione e l’installazione del dominio “davide” in EGroupware è completata. Clicco su “Indietro al Login Utente” per accedere alla pagina di login, lato utente, del nuovo dominio e posso collegarmi e iniziare la configurazione. Se il dominio è per un cliente gli posso passare le credenziali.

Conclusione

Con un minimo di spesa è possibile comprare la versione Enterprise. In questo caso rispetto alla distribuzione community si ha in più:

  • opzionale: uso attraverso il cloud della Stylite (significa che non si deve avere né server, né l’onere dell’installazione)
  • il codice che si installa integra alcune future aggiuntive molto utili, come il mail-merge, l’export in formati OpenDocument, ecc…
  • c’è l’assistenza, molto utile in diversi casi.

La versione community, malgrado qualche decurtazione, è un prodotto comunque molto potente, oggettivamente superiore rispetto a molti software commerciali equivalenti.
L’installazione comporta un certo lavoro ed una certa competenza, ma le fatiche sono largamente ripagate dai risultati.

Insomma: un ottimo prodotto.

Tags: , , ,