E Torvalds cosa ne pensa di systemd?

linux

Abbiamo abbondantemente discusso in queste settimane sul portale tecnico di systemd . Versioni a favore, versioni contro, chi dice che è azzardato inserirlo già in produzione, chi non aspettava invece altro.
Bene, ma cosa ne pensa il creatore di Linux di questo nuovo sistema di init? Queste le parole riportate da iTWire, estratte da un’intervista fatta all’uomo che lavora su una Zombie Shuffling Desk:

“When it comes to systemd, you may expect me to have lots of colourful opinions, and I just don’t, I don’t personally mind systemd, and in fact my main desktop and laptop both run it.”

(Quando si arriva a systemd ti aspetteresti da me parecchie opinioni colorite, in realtà non ne ho. Non mi interessa systemd ed in effetti lo uso tanto sul desktop quanto sul laptop)

Che sia quindi questo l’approccio corretto? Finché funziona non mi interessa? Penso che con l’avanzare inesorabile di systemd che lo voglia o meno il papà di Linux ci si dovrà scontrare.
Ad oggi infatti le componenti di sistema coperte e gestite dal nuovo sistema di init sono parecchie, cosa succederà quando queste attenzioni si rivolgeranno al kernel?

I bookmaker stanno già accettando scommesse su una reazione simile a questa:

Da sempre appassionato del mondo open-source e di Linux nel 2009 ho fondato il portale Mia Mamma Usa Linux! per condividere articoli, notizie ed in generale tutto quello che riguarda il mondo del pinguino, con particolare attenzione alle tematiche di interoperabilità, HA e cloud.
E, sì, mia mamma usa Linux dal 2009.

Tags: ,