Adobe Photoshop finalmente su Linux (o meglio, Chromebook)!

photoshop

Il mondo delle elaborazioni grafiche su Linux è stato da sempre dominato da Gimp, uno strumento versatile che a conti fatti permette di fare (quasi) tutto quello che nell’ambito del foto ritocco un grafico potrebbe desiderare. Eppure chiunque ne parli non potrà esimersi dal dire “Beh, comunque Photoshop è un’altra cosa”. Torto o ragione, rimane il fatto che esiste un gap tra chi ha definito lo standard (Photoshop, appunto) e chi cerca di seguirne l’esempio (Gimp).

Da oggi però le cose potrebbero cambiare, perché Adobe ha annunciato che la piattaforma Creative Cloud (che tra i tanti software include appunto Photoshop) sarà disponibile sui Chromebook, gli ultrabook di ultima generazione prodotti da Google e basati su Linux.

Stephen Konig, Product Manager di Google si esprime così:

Today, in partnership with Adobe, we’re welcoming Creative Cloud onto Chromebooks, initially with a streaming version of Photoshop.

(Oggi, in partnership con Adobe, diamo il benvenuto a Creative Cloud sui Chromebook, inizialmente con una versione in streaming di Photoshop)

Essendo i Chromebook, come detto, basati su Linux, viene da chiedersi quali risvolti questo supporto potrà avere nei confronti di Linux. Si potrà finalmente sperare di usare Photoshop senza soluzioni pionieristiche basate su Wine, macchine virtuali e via dicendo? Se son rose, fioriranno.

Da sempre appassionato del mondo open-source e di Linux nel 2009 ho fondato il portale Mia Mamma Usa Linux! per condividere articoli, notizie ed in generale tutto quello che riguarda il mondo del pinguino, con particolare attenzione alle tematiche di interoperabilità, HA e cloud.
E, sì, mia mamma usa Linux dal 2009.

Tags: , , ,