BooleServer debutta in America

Boole.2.290x195

Boole Server, un’azienda italiana provider di file sharing con sede a Milano, annuncia il suo debutto negli Stati Uniti con l’apertura di 2 nuove sedi nel Nord America, esattamente a San Francisco e Boston.

Fa effetto pensare che un debutto simile venga enfatizzato da una testata come EWeek, che presenta così il debutto dell’azienda italiana:

It isn’t all that often that the IT world in the United States gets a bright new import from Italy. This happens with cars and food, perhaps, but not with IT products.

(Non è così raro che il mondo IT statunitense importi qualcosa di nuovo dall’Italia. Questo accade con le macchine ed il cibo, ma non con i prodotti IT)

Aziende come Barilla, UnipolSai, Giorgio Armani, Tod e Versace utilizzano Boole Server per la collaborazione, la condivisione e allo stesso tempo la sicurezza dei dati, ora il debutto statunitense.

L’obiettivo di Boole Server è quello di sposare condivisione e privacy, due concetti che forse vanno in conflitto tra di loro. Ma il sistema garantisce protezione dei dati, di file e di messaggi ovunque essi risiedono, sia da applicazioni di messaggistica, unità flash, cartelle, documenti SharePoint piuttosto che applicazioni mobili facendo uso di chiavi di crittografia a 2048 bit e sicurezza definita “military grade“.

E se ne parlano bene gli americani che hanno la NSA… C’è da fidarsi!

Tags: