Torvalds deve essere cacciato dalla comunità Linux? In Australia pensano di sì

linux

Nel corso della conferenza Linux nazionale australiana, Linus Torvalds è stato attaccato (come spesso gli accade) da parte di Matthew Garrett, un ex dipendente Red Hat, per via del suo approccio poco ortodosso nel gestire i rapporti umani all’interno della comunità Linux.

Il tutto è stato innescato da uno dei mandati della conferenza, ossia utilizzare contenuti moralmente compatibili con bambini di 12 anni. Facendo quindi riferimento a questo aspetto Garret ha formulato una domanda a Torvalds nella quale ha chiesto il perché del suo atteggiamento negativo e dei costanti tono coloriti nei confronti di quanti non gli vanno a genio.
La risposta ha innescato la consueta serie di polemiche culminate nelle due fazioni Torvalds deve essere cacciato dalla comunità Linux e #IStandWithLinus.

Qual’è stata la diplomatica battuta di Linus? Eccola in questo video, dal minuto 10:16:

Nel caso qualcuno abbia perso qualche stralcio, la sostanza del discorso di Torvalds è:

I’m not a nice person, and I don’t care about you. Really.

(non sono una brava persona e non me ne frega di te. Davvero.)

E tutta la sala ad applaudire. Pensando magari forse fosse una battuta di spirito.
Nel caso ve lo stiate chiedendo, no, non lo era.
Really.

Da sempre appassionato del mondo open-source e di Linux nel 2009 ho fondato il portale Mia Mamma Usa Linux! per condividere articoli, notizie ed in generale tutto quello che riguarda il mondo del pinguino, con particolare attenzione alle tematiche di interoperabilità, HA e cloud.
E, sì, mia mamma usa Linux dal 2009.

Tags: ,