Perché chi dice che Linux non è ancora pronto per i desktop non ha capito nulla

microsoft-linux

E’ frustrante dover ancora commentare questo genere di notizie nel 2015, ma non si può nemmeno stare sempre zitti. Sono incappato in questo articolo nel quale Nick Farrell (del sito www.fudzilla.com) asserisce di provare ogni tre anni ad installare una distribuzione Linux (quest’anno era Ubuntu) per poi rimanere inevitabilmente deluso. In verità l’articolo si apre proprio con la frase:

Nothing ever changes

(Non cambia mai niente)

e via con la solita trafila: driver proprietari, OpenOffice non è Office, Gimp non è Photoshop, ma soprattutto quella frase, che sembra pregna di significato, ma che invece rivela tutta l’assenza di senso nel ragionamento:

Coming from Windows 7, where a user with no learning curve can install and start work it is impossible. Ubuntu can’t.

(Arrivare da Windows 7, dove un utonto può installare ed iniziare a lavorare è impossibile. Ubuntu non può.)

Il tutto condito in apertura dall’affermazione “Sono un utente Windows”.
Nick Farrell, cosa ci vuoi dire con questo tuo scritto? Vuoi dirci che Ubuntu è troppo difficile? Che prima di essere operativo con una distro Linux (che hai scaricato ed installato rivitalizzando, guardacaso, un vecchio PC) deve passare del tempo? Che, con Windows, terminata l’installazione sei operativo subito?

Cosa vuol dire che Linux non è ancora pronto per il desktop?

Vuol dire che non ci si può installare Microsoft Office? O Outlook? O Photoshop? Perché se è questa la risposta va rivisto l’approccio: Linux non è pronto per i programmi che tu, autore dell’articolo, vorresti sul tuo desktop, senza però pagare le licenze ai produttori. Ma se la tua produttività dipende da Office, allora è giusto che continui ad usare Office. Cosa ti spinge a cercare un’alternativa? E soprattutto, cosa ti fa concludere che quanto sia inadatto a te lo sia anche per il mondo? Il 90% degli utenti che vengono definiti “with no learning curve” (ergo, utonti) non ha idea di cosa sia una macro, un formato chiuso o lo standard di invio della posta elettronica, quindi QUALSIASI software utilizzi, purché lo renda produttivo, si rivela adatto.

Mia madre, proprio la signora Mia Mamma Usa Linux, è dal 2008 che usa con successo Linux, fa tutto quello che deve fare, home banking, navigazione, posta elettronica, tutto. Questo significa che Linux è pronto per i desktop? Se ti stai ancora ponendo la domanda, allora non c’è davvero speranza.

Da sempre appassionato del mondo open-source e di Linux nel 2009 ho fondato il portale Mia Mamma Usa Linux! per condividere articoli, notizie ed in generale tutto quello che riguarda il mondo del pinguino, con particolare attenzione alle tematiche di interoperabilità, HA e cloud.
E, sì, mia mamma usa Linux dal 2009.

Tags: