Ecco perché potrebbe essere il momento di passare da Unity a Gnome

Gnome

Con il rilascio della nuova versione di GNOME, la 3.16, torna di attualità la vecchia diatriba su quale sia il desktop manager più adatto all’operatività quotidiana. Ora, sebbene sia chiaro che mai come in questo ambito la regola del “a ciascuno il suo” sia certamente la più valida è vero anche che questi annunci servono per fare il punto della situazione sullo stato dell’arte dei desktop Linux.

Interessanti in questo senso sono le riflessioni di Jack Wallen che in questo articolo di Linux.com analizza, da utente Unity, quali siano i punti a favore di questa nuova release del concorrente principale. In particolare ecco i punti a favore:

  1. Il tema base è più chiaro, meno cupo, con i neri sostituiti dai grigi;
  2. Migliori animazioni;
  3. Migliori notifiche;
  4. Migliore gestione delle barre di scorrimento;
  5. Miglioramento nelle applicazioni generali e di gestione file;

Più di tutto ad impressionare nella prova su strada sono state le performance che sembrano decisamente impressionanti. Quindi, nella sostanza, decisamente qualcosa da provare. Come? Gnome 3.16 è presente in Fedora 22 oppure in OpenSuSe Tumbleweed (ossia la rolling release di OpenSuSe). Buon divertimento!

Da sempre appassionato del mondo open-source e di Linux nel 2009 ho fondato il portale Mia Mamma Usa Linux! per condividere articoli, notizie ed in generale tutto quello che riguarda il mondo del pinguino, con particolare attenzione alle tematiche di interoperabilità, HA e cloud.
E, sì, mia mamma usa Linux dal 2009.

Tags: ,