L’università spagnola di Leon abbandona Windows per passare a Linux

Si tratta dell’università spagnola di Leon che è riuscita a sbarazzarsi di Windows e dei software proprietari abbracciando Linux, precisamente Ubuntu.
Ad aprire le danze è stata la città di Monaco di Baviera di cui abbiamo parlato nel seguente articolo e tale decisione non può che offrire una netta serie di vantaggi, un’altra lieta notizia sul fronte migrazione all’Open Source.
Fernando Lanero, professore di informatica del College Spagnolo ha espresso brevemente il suo punto di vista:

Non nego che le difficoltà ci sono state, non tanto dal punto di vista finanziario o tecnico, ma da quello umano.
Questo perché la gente non vuole cambiare il proprio modo di fare, ha paura del diverso ma, quando si accorge che quel diverso non è poi così diverso, beh, è proprio in quel momento che d’un tratto Linux diventa un’apprezzata soluzione.
Bisogna combattere quotidianamente fino a far capire a chi del Pinguino non ne vuole sentir parlare che in realtà ha solo dei vantaggi rispetto a Windows.

Durante la migrazione a Linux si è verificato un problema tecnico: le lavagne Hitachi non erano supportate dal kernel Linux di Ubuntu 14.04 (release 3.13), ma facendo un aggiornamento al kernel 3.14 tutto ha funzionato alla perfezione.

La migrazione a sistemi Open Source continua, fortunatamente, senza sosta.
Sempre più aziende ed enti pubblici decidono di abbandonare i sistemi proprietari per affidarsi all’Open Source.
L’università spagnola di Leon è stata un altro caso di successo.

Per ulteriori approfondimenti, vi forniamo il seguente link

Tags: , ,