DJI e Canonical preparano un computer embedded per droni

canonical

Nella giornata di ieri DJI (un’azienda che produce droni) e Canonical (l’azienda dietro Ubuntu) hanno annunciato Manfiold, un micro computer ottimizzato per l’applicazione sui droni.

Manifold

Attualmente, il Manifold può essere montato sul DJI Matrice 100, ovvero la piattaforma di sviluppo “volante” di DJI, un drone da $3.600 con l’abilità di trasportare hardware (come il Manifold e sensori personalizzati)

Manifold Drone

Al suo interno, il Manifold contiene un mini computer di tutto rispetto, che comprende un processore quad-core ARM Cortex A-15 ed una GPU NVIDIA Kepler-based. La GPU non è presente per renderizzare grafica (ovviamente), ma per mettere tutta la sua potenza nel processing di immagini e nel calcolo parallelo.

Questo (stando a quanto dice DJI), permette nuove applicazioni di “intelligenza artificiale” sui droni, come la possibilità di interpretare quanto viene visto dal drone (tramite gli algoritmi di deep learning).

Il micro computer viene fornito con una porta USB ed una porta Ethernet standard, per il collegamento di telecamere ad infrarosso, dispositivi per la ricerca atmosferica, e molto altro. E’ presente anche una porta HDMI per il collegamento ai monitor.

Ovviamente, data la partnership con Canonical, il sistema operativo che permette tutto questo è Ubuntu, ed il Manifold viene fornito con Ubuntu 14.04 LTS installato.

Utente Linux/Unix da più di 20 anni, cerco sempre di condividere il mio know-how; occasionalmente, litigo con lo sviluppatore di Postfix e risolvo piccoli bug in GNOME. Adoro tutto ciò che può essere automatizzato e reso dinamico, l'HA e l'universo container. Autore dal 2011, provo a condividere quei piccoli tips&tricks che migliorano il lavoro e la giornata.

Tags: , ,