News Ticker

Smartphone Android, desktop Linux: in gioco anche Intel

intel_logo

In passato abbiamo già parlato di soluzioni, più o meno stabili e testate, per unire l’esperienza smartphone a quella di un desktop completamente funzionale.

Durante il MWC16 (Mobile World Congress 2016), tenutosi a Barcellona quest’anno, Intel ha presentato la “Big Screen Experience”, ovvero la sua soluzione a questo problema.

Si tratta di uno smartphone Android che, quando collegato ad un monitor esterno, è in grado di eseguire un desktop Linux completo.

L’idea è simile a quella di Continuum di Microsoft ma, a differenza di quest’ultimo che risulta disponibile solo nei dispositivi top di gamma, la soluzione di Intel ha come target smartphone economici e mercati emergenti.

Quanto esposto a Barcellona è un prototipo SoFIA (Smart or Feature Phone with Intel Architecture), uno smartphone con un processore Atom x3, 2GB di RAM e 16GB di storage, e modificato per supportare display esterni.

Attaccando una tastiera, un mouse ed un display, questo diventa un desktop Linux, con l’opzione di visualizzare lo schermo Android a lato del display, in una sorta di split-screen.

intel-bigscreen

Questo quanto detto da Nir Metzer, Path Finding Group Manager di Intel:

Android is based on a Linux kernel, so we’re running one kernel, we have an Android stack and a Linux stack, and we’re sharing the same context, so the file system is identical. The phone stays fully functional

Android è basato su un kernel Linux, quindi noi eseguiamo un kernel, uno stack Android, uno stack Linux, e condividiamo tra di essi gli stessi contesti, quindi il file system è identico. Il telefono rimane perfettamente funzionante

Cosa si intenda per stack Android e stack Linux, sfortunatamente, non è dato saperlo, ma possiamo supporre si stia parlando di userspace.

I have a multi-window environment. As soon as I plug in I can do spreadsheets, I can drag and drop, play video. Achieving all this on a low-end platform is a challenge

Ho un ambiente multi finestra. Appena lo collego (ai device, ndt.), posso fare fogli di calcolo, drag-and-drop, riprodurre video. Fare tutto questo su una piattaforma low-end è una sfida.

Attualmente, nel momento in cui viene collegato il display esterno, lo schermo dello smartphone si spegne, ma pare stiano lavorando su una versione dell’Atom x3 che supporti il doppio display.

La distribuzione Linux usata è mantenuta da Intel:

We need to align between the Linux versions and the Android. The framework is pre-installed, not an app you can download.

Abbiamo bisogno di allineamento tra le versioni di Linux e quelle di Android. Il framework è pre-installato, non un’applicazione che si può scaricare.

Secondo quanto detto da Intel, il chip è pronto per la produzione. Potrebbe andare in produzione domani. E’ solo una decisione di business.