Ubuntu Mobile OS: il porting di altre piattaforme è semplice

canonical-makes-it-easy-to-port-native-ios-and-android-apps-to-ubuntu-mobile-os

Un paio di giorni fa Canonical ha annunciato la disponibilità del framework web React Native per Ubuntu.

Questa notizia ha molta importanza soprattutto per gli sviluppatori di applicazioni web per mobile; React Native, per chi non lo conoscesse, è un framework per lo sviluppo web che può essere utilizzato per lo sviluppo di applicazioni mobile native usando JavaScript e React.

Basato su ReactJS, è già molto utilizzato su altri OS mobile, come Android ed iOS, per realizzare applicazioni senza addentrarsi nelle specifiche API fornite dall’OS.

Questo significa che, salvo piccole accortezze, un’applicazione sviluppata tramite React Native su Android può attualmente essere compilata senza modifiche per iOS, riducendo l’attrito introdotto dalla differenze sia di linguaggio che di API dei singoli OS.

Con il porting su Ubuntu, e di conseguenza su Ubuntu Mobile OS, le applicazioni dovrebbero essere portabili come native anche sul sistema operativo mobile di Canonical, andando a rendere (facilmente) disponbili diverse applicazioni sugli smartphone con il pinguino, rendendoli -di fatto- più interessanti per gli utenti finali.

Il framework React Native Ubuntu è scaricabile dalla pagina di GitHub fornita da Canonical.

Utente Linux/Unix da più di 20 anni, cerco sempre di condividere il mio know-how; occasionalmente, litigo con lo sviluppatore di Postfix e risolvo piccoli bug in GNOME. Adoro tutto ciò che può essere automatizzato e reso dinamico, l'HA e l'universo container. Autore dal 2011, provo a condividere quei piccoli tips&tricks che migliorano il lavoro e la giornata.

Tags: , ,