News Ticker

E adesso che Ubuntu LTS 12.04 ha raggiunto l’EndOfLife, che si fa?

Prima o poi succede. Quel “Long”  all’interno di “Long Term Support”, per quanto lungo, finisce, e ci si ritrova con datacenter zeppi di sistemi operativi per i quali non ci saranno più aggiornamenti. Sicurezza compresa.

Certo, la lungimiranza dovrebbe spingere a piani per l’aggiornamento costante del parco sistemi operativi, ma si sa, il mondo non è quello che tutti vorremmo, quello senza schermate blu, kernel panic o… Buchi di sicurezza.

Ad ogni modo Ubuntu LTS 12.04 non sarà più supportata dal 28 aprile, che si fa? Weekend stipati nel datacenter per il giga aggiornamento? Prospettiva allettante… E se invece esistesse una versione LLTS di Ubuntu? Una Long Long Term Support…

Pensa un po’, esiste, Canonical ci ha pensato. Certo, si diceva del mondo che non è perfetto, ed infatti il programma Ubuntu Advantage non è gratis e supporta unicamente gli update di sicurezza. Di fatto altri non è che una sottoscrizione a Landscape, il tool di Canonical che consente di centralizzare e gestire il proprio parco macchine, aggiornamenti compresi.

Ma quanto costa? E’ tutto riportato nella pagina https://buy.ubuntu.com/, ma per farla breve:

  • Virtual Machine -> 250$
  • Server (single unit) -> 750$
  • Desktop -> 150$ (ma con un acquisto minimo di, uh, 50 unità)

Ubuntu Advantage prevede diversi servizi collaterali, ma se l’obiettivo è quello di mantenere i propri sistemi il più sicuri possibili, ciò che interessa è sicuramente il discorso update e nel caso di una LTS è la prima volta che Canonical predispone un servizio simile.

Il gioco vale la candela? Il prezzo è giusto? Chi lo sa, è il mercato a decidere, come sempre.

Di buono c’è che fino al 28 aprile ancora un po’ di tempo rimane… Davvero qualcuno vuole trovarsi a pensare “Dovevo pensarci prima”?

Uomo avvisato… 🙂

  • RiccardoC

    Eccomi qua, l’irriducibile (per forza – GMA 3600) di Ubuntu 12.04.1 (nemmeno 12.04.5…). Attualmente il mio eeepc è in dual boot con ubuntu 16.04, ma le prestazioni sono deprimenti senza accelerazione video 🙁

    Mi sembra ovvio come il programma sia rivolto alle aziende, se no non si spiega l’ordine di minimo 50 copie; il costo mi sembra esagerato in ogni caso… possibile che le macchine in questione non siano aggiornabili almeno al 14.04? Se non fosse per i driver video perfino la 16.04 gira benissimo sul mio eeepc… figuriamoci su un computer con processore Core o equivalente!

  • Roberto Tamburrino

    a me mi hanno spiegato che è sopratutto un problema di server , in pratica …riporto il post di Dario Cavedon : – Esempio pratico: server con Ubuntu 12.04 su cui girano “n” siti web che usano PHP 5.3.10, mentre su Ubuntu 14.04 è presente PHP 5.5.9, in parte incompatibile con 5.3.10. Su questo server, non puoi fare l’upgrade fino a quando non avrai migrato anche tutti i siti web a PHP 5.5.9.-

  • matteocappadonna

    Se uno vuole usare l’installazione “semplice” tramite pacchetti, il tuo discorso ha perfettamente senso.
    Nulla vieta però di installare php 5.3.10 su Ubuntu 14.04, certo bisogna scordarsi apt in quel caso 😉