News Ticker

Edward Snowden intervistato all'OpenStack Summit

Nel corso dell'ultimo OpenStack summit a Boston, Marc Collier COO (Chief Operating Officer) della Foundation ha intervistato niente meno che Edward Snowden.

Nei 20 minuti dell'intervista (via satellite) la talpa informatica più famosa del mondo e più amata dall'NSA ha affrontato diversi temi inerenti Cloud, OpenSource, GPL, CIA, violazioni e chi più ne ha più ne metta.

Ecco alcune riflessioni riprese dall'intervista:

All systems should be designed to obey the user, they should not be designed not hide things from them, deceive them or lie to them.

Tutti i sistemi dovrebbero essere pensati per servire gli utenti, non dovrebbero essere pensati per nascondergli cose, ingannarli o mentirgli.

Fear has become the most common political value in the world.

La paura è diventato il valore politico più comune nel mondo.

We have the weakest possible encryption schemes applied to typical cellphone networks because governments encourage the adoption of weak standards

Abbiamo gli schemi di criptazione più deboli possibile applicati alle tipiche reti per cellulari perché i governi incoraggiano l'adozione di standard deboli

Ma forse la domanda più interessante è quella più personale, l'intervistatore chiede, a fronte di questa sfiducia generale (dimostrata, peraltro) nei confronti delle istituzioni, sei un ottimista?

La risposta è stata onesta: dipende dai giorni, ma fondamentalmente sono un ottimista.

E se lo è Snowden possiamo esserlo anche noi 🙂

L'intero testo dell'intervista è stato trascritto a questo indirizzo, mentre questo è il video:

Buona visione!