LibreBoot T400: il notebook totalmente libero

In passato vi abbiamo giá parlato del Libreboot, specialmente per delle controversie che il progetto ha avuto con la Free Software Foundation.

Ci sembra peró giusto spiegarvi bene di cosa si tratta: il Libreboot T400 é un notebook totalmente libero, al punto da ricevere la certificazione della FSF stessa.

A partire dal BIOS, open e che non contiene blob o backdoors di alcun tipo, fino all’OS con cui viene venduto.

Ma partiamo da alcune specifiche:

  • CPU:Intel Core 2 Duo P8400 o superiore
  • GPU: Intel GMA 4500MHD
  • Schermo: 14.1″ 1280×800 LED TFT LCD o superiore (alcuni modelli arrivano a 1440×900)
  • Porte: 1x VGA, 3x USB 2.0, 1x Cuffie, 1x Microfono, 1x Scheda di rete Gigabit, 1x ExpressCard/54
  • Wireless: 802.11n (Atheros AR5B95, AR9285 chipset)
  • Cavi di alimentazione in formato UK, EU o US (a seconda del paese).

Il tutto fornito direttamente con Trisquel GNU+Linux, una distribuzione basata su Debian e con il pregio di non contenere software proprietario, neanche a livello di kernel (e se la usa Stallman, si puó stare certi che é cosí).

Il tutto venduto, proprio in questi giorni, ad un prezzo ridotto tra gli €248 e gli €678 a seconda della configurazione selezionata. Lo store lo trovate a questo link.

Quindi, se state pensando di cambiare computer e volete avere una particolare attenzione per quanto riguarda il free software, potrebbe essere il momento adatto!

Utente Linux/Unix da più di 20 anni, cerco sempre di condividere il mio know-how; occasionalmente, litigo con lo sviluppatore di Postfix e risolvo piccoli bug in GNOME. Adoro tutto ciò che può essere automatizzato e reso dinamico, l'HA e l'universo container. Autore dal 2011, provo a condividere quei piccoli tips&tricks che migliorano il lavoro e la giornata.

Tags: , ,