News Ticker

Adobe Flash Player ci lascerà nel 2020… o forse no?

Finalmente Adobe si è arresa ed ha fissato il 2020 come data di morte di un pezzo di software che era cadavere ormai da qualche tempo: Flash Player.

Da quella data, Adobe non aggiornerà e non distribuirà più Flash Player, un accordo che sembra stato preso con alcuni partner per rendere “indolore” lo shut-down. Negli ultimi anni sempre più browser come Firefox, Chrome e Safari bloccavano di default il contenuto in Flash ritenendolo pesante e poco sicuro, orientandosi invece sulle nuove tecnologie quali HTML5, WebAssembly e WebGL.

Ma, come ogni volta che si annuncia la morte di una tecnologia, ecco che qualche nostalgico fa capolino chiedendo di salvare qualcosa. Ed è così che nasce una petizione su GitHub per tenere in vita in qualche modo questo software.

It’s an important piece of Internet history and killing Flash means future generations can’t access the past. Games, experiments and websites would be forgotten. Open sourcing Flash spec would be a good solution to keep Flash projects alive safely for archive reasons. […] There might be a way to convert swf/fla/drc/dir to HTML5/canvas/webgl/webassembly, or some might write a standalone player for it.

È una parte importante della storia dell’informatica ed uccidere Flash significa impedire alla generazioni future di accedere al passato. Giochi, esperimenti e siti web sarebbero dimenticati. Rendere Flash OpenSource potrebbe essere una buona soluzione per mantenere vivi i progetti realizzati con Flash, in archivio. […] Ci deve essere un modo per convertire i file swf/fla/drc in HTML5/WebAssembly/ WebGL/Canvas oppure qualcuno potrebbe scrivere un player standalone.

Forse tenere in vita Flash non è esattamente una grande idea, finché da qualche parte ci sarà l’opportunità di utilizzarlo, qualcuno lo farà, alla faccia della sicurezza!

Flash Player fu rilasciato per la prima volta nel 1996 dall’allora Macromedia, succesivamente acquistata da Adobe nel 2005, quando YouTube decide di utilizzare questo componente per la riproduzione dei video rendendolo così il player più popolare del web.

Ma già nel 2011 Adobe stava migrando da Flash ad HTML5, dunque perché tenere in piedi a forza una cosa così insicura? Bisognerebbe chiederlo alle oltre 5000 persone che hanno firmato la petizione…