News Ticker

Fine di un’era: LinuxJournal cessa le pubblicazioni

Linux Journal, la rivista che per più di vent’anni, precisamente dal 1994 (due anni dopo il primo post di Torvalds), ha accompagnato appassionati e professionisti nel mondo Linux, chiude i battenti con il numero di novembre.

È con grande tristezza che scrivo questa notizia, perché si parla di un pezzo di storia che si chiude, certo, ma anche perché personalmente ho collaborato con l’edizione italiana della rivista in questione anni addietro e leggere della sua chiusura crea molta amarezza.

I tempi certo sono cambiati ed a nessuno la notizia è parsa un fulmine a ciel sereno, ma è chiaro che avere l’ennesima conferma di come il concetto di rivista cartacea, così come lo conosciamo, sia estinto faccia comunque un certo effetto.

Ecco il Tweet dell’annuncio:

Sul sito LinuxJournal.com (la lentezza è piuttosto impressionante, ma siate fiduciosi, dopo un po’ si apre) all’interno di un articolo dal titolo eloquente “So long, and thanks for all the bash” Kyle Rankin racconta l’importanza che la rivista ha avuto per gli operatori del settore ed in generale per Linux stesso, tutto vero, tutto autentico e purtroppo, tutto finito.

Le motivazioni della chiusura poco misteriosamente sono relative alla mancanza di soldi, ed in ogni caso il media cartaceo in sé forse ha davvero fatto il suo tempo.

Un’era si chiude dunque, ma il futuro è davanti a noi con le sue sfide e la sue innovazioni, a volte spietate, come in questo caso. L’importante sarà sentirsi come sempre pronti.

In ogni caso, grazie di tutto Linux Journal!

Da sempre appassionato del mondo open-source e di Linux nel 2009 ho fondato il portale http://www.miamammausalinux.org per condividere articoli, notizie ed in generale tutto quello che riguarda il mondo del pinguino, con particolare attenzione alle tematiche di interoperabilità, HA e cloud.