KubeCon 2017 North America: tante novità presentate

Qualche giorno fa si è tenuta l’annuale conferenza nordamericana relativa a Kubernetes e diverse aziende che ruotano intorno a questo mondo hanno presentato interessanti novità.

La Cloud Native Computing Foundation, fondazione che si occupa di definire gli standard riguardo il mondo dei container (di cui ricordiamo far parte lo stesso progetto Kubernetes, così come rkt e containerd, i due motori di container più utilizzati), oltre ad organizzare la stessa KubeCon ha presentato ben 31 nuovi membri del progetto, tra cui Datadog, Grafana Labs e InfluxData, giusto per citarne alcuni.

Diverse aziende poi hanno presentato delle novità, di seguito una carrellata delle più interessanti:

  • Codefresh, la piattaforma di continuous integration e continuous delivery pensata per i container, ha annunciato il porting di Helm Charts su Kubernetes. Questo software permette di definire la propria applicazione sia in termini di microservizi che in termini di struttura network, rendendosi -di fatto- una sorta di package manager per Kubernetes;
  • Rilasciato CoreOS Tectonic 1.8: una delle piattaforme commerciali basata su Kubernetes si aggiorna, andando non solo ad includere la stessa versione Open Source di Kubernetes, ma aggiornando anche Prometheus alla versione 2.0, portando miglioramenti alla stabilità e flessibilità;
  • DriveScale annuncia il supporto a Kubernetes e Docker, fornendo uno storage persistente altamente scalabile anche sulle più comuni piattaforme container;
  • InfluxData annuncia nuove funzionalità per Kubernetes e Prometheus, introducendo l’auto scaling della loro piattaforma se in esecuzione sull’orchestrator ed il supporto in lettura/scrittura per Prometheus;
  • Nuovi tool Open Source specifici per Kubernetes rilasciati da Oracle. Una delle aziende che negli ultimi anni ha dimostrato di girare le spalle sempre con più convinzione all’ambiente Open Source, rientra in campo rilasciando in Open Source il progetto Fn, comprensivo di un installer per Kubernetes e di una soluzione di gestione Multi-Cluster.

Oltre a queste, molte altre novità sono state presentate, dimostrando ancora una volta quanto l’ambiente che gira intorno ai container (e, soprattutto, a Kubernetes) sia estremamente vivo ed attivo.

Vi lasciamo alla pagina degli annunci della Cloud Native Computing Foundation per una visione di insieme dell’evento.

Utente Linux/Unix da più di 20 anni, cerco sempre di condividere il mio know-how; occasionalmente, litigo con lo sviluppatore di Postfix e risolvo piccoli bug in GNOME. Adoro tutto ciò che può essere automatizzato e reso dinamico, l'HA e l'universo container. Autore dal 2011, provo a condividere quei piccoli tips&tricks che migliorano il lavoro e la giornata.

Tags: , , ,