News Ticker

Ubuntu 18.04 LTS e Canonical LivePatch: aggiornamenti kernel senza reboot

Mancano poco meno di due settimane, il 26 aprile, al rilascio di Ubuntu 18.04 LTS (Bionic Beaver) che includerà:

  • Linux Kernel 4.15
  • systemd-resolved sarà il nuovo resolver DNS di default;
  • SSSD aggiornato alla versione 1.16x;
  • X.Org Server come display server di default invece di Wayland;
  • Patch per Meltdown e Spectre;
  • Deprecato Python 2 in favore di Python 3 (versione 3.6).

Una delle novità più interessanti di questa release pero è Canonical LivePatch, un servizio che permette di aggiornare il kernel senza necessità di riavviare il sistema.

In realtà questo servizio era già presente nella scorsa release, la 16.04, ma per questa volta Canonical si è impegnata a rendere questo tool di più facile utilizzo: ora si integra direttamente nella tab Updates, nella sezione dedicata alle impostazioni degli aggiornamenti.

Unici due nei forse:

  • È necessario avere un account Ubuntu SSO;
  • Limitato a 3 sistemi; oltre diventa necessario acquistare una sottoscrizione ad Ubuntu Advantage.

LivePatch è abilitato di default e per ricevere gli aggiornamenti basta semplicemente loggarsi al proprio account. Gli update/patch vengono applicati utilizzando pacchetti Snap.

Che qualcuno poi finisca per usarlo… in produzione?