Rassegnatevi, Linus Torvalds ha inventato anche i Bitcoin

Lo ammetto, il titolo è ad effetto, ma non è propriamente un acchiappa click, poiché stando a quanto scrive Trustnodes ci sono diverse ragioni per dire che Linus Torvalds, creatore di Linux, sia in realtà da considerarsi anche il padre di un’altra delle tecnologie che stanno definendo l’informatica moderna: i Bitcoin. O, più propriamente, il concetto di block chain.

Ma andiamo con ordine. Cosa può far pensare che il dittatore benevolo abbia creato anche quella tecnologia leggermente oscura ai più, ma che pare essere l’El Dorado del nuovo millennio? In una parola: Git.

Infatti una delle descrizioni di Git è: una block chain mutevole. Semplice no? Quindi visto che Git è stato creato da Torvalds, allora per la proprietà transitiva Torvalds ha inventato a sua volta le block chain.

In questo video è Linus stesso a dare la risposta:

La domanda che innesca la riflessione è:

Let’s say there’s a humongous tree under Git, would it be possible to check part of the tree?

Diciamo che c’è un’alberatura gigantesca sotto Git, sarebbe possibile effettuare un check parziale della stessa?

E nello spiegare che all’utilizzatore finale interessa l’intera struttura e non il singolo file, così come Git sia efficiente nel gestire il repository in se, la conclusione nasce spontanea: ma non è che il principio base di Git è lo stesso delle blockchain?

Proviamo ad andare con ordine: una block chain è definita da Wikipedia come segue:

block chain,[4][5] is a growing list of records, called blocks, that are linked using cryptography.[1][6] Each block contains a cryptographic hash of the previous block,[6] a timestamp, and transaction data (generally represented as a Merkle tree).

Quindi abbiamo un hash per ogni entry (e, sebbene non criptato, ogni git commit ha un hash) collegato al precedente (di fatto il suo diff), un timestamp ed anche qui ci siamo ed infine i dati stessi transati. Il tutto visualizzato con lo schema che identifica le block chain:

Diciamo che richiama decisamente i concetti cari ai repository Git, vedi branch, tag e via dicendo.

Insomma, si scherza e va bene, ma se davvero capire Git fino in fondo potesse servire per comprendere meglio i concetti dietro alle block chain non ne saremmo tutti decisamente avvantaggiati?

Da sempre appassionato del mondo open-source e di Linux nel 2009 ho fondato il portale Mia Mamma Usa Linux! per condividere articoli, notizie ed in generale tutto quello che riguarda il mondo del pinguino, con particolare attenzione alle tematiche di interoperabilità, HA e cloud.
E, sì, mia mamma usa Linux dal 2009.

Tags: , ,