OpenHardware: ci sono tre aziende che stanno tentando di rivoluzionare il concetto di tastiera… Apertamente!

Quando si parla di open-hardware, noi Linuxari drizziamo sempre le antenne, perché se una cosa su tutte è sempre mancata (sebbene il trend stia decisamente cambiando) è proprio la disponibilità di hardware… Aperto.

Bene, un interessantissimo articolo di FOSS Force presenta tre innovative tastiere accomunate da un unico denominatore: l’essere aperte, componibili, configurabili, insomma… Open!

ErgoDox EZ

Una tastiera ergonomica con la possibilità di customizzazioni elevate, la cui estetica è certamente atipica:

Keyboardio

Se l’estetica precedente vi è sembrata atipica, guardate questa:

Rifiniture in acero ed elevata possibilità di personalizzazione per una tastiera che sembra quasi un complemento d’arredo.

Input Club

Un marchio, più che un singolo modello, che permette letteralmente di comporsi la propria tastiera a piacimento, ottenendo keyboard simili a questa:

Insomma, come sottolinea l’articolo, se magari in ambiti attesi le novità tardano è con queste inaspettate novità che l’open-hardware si dimostra vivo e vegeto.

Dite un po’… Avete mai provato una di queste tastiere?

Da sempre appassionato del mondo open-source e di Linux nel 2009 ho fondato il portale Mia Mamma Usa Linux! per condividere articoli, notizie ed in generale tutto quello che riguarda il mondo del pinguino, con particolare attenzione alle tematiche di interoperabilità, HA e cloud.
E, sì, mia mamma usa Linux dal 2009.

Tags: , ,