Per il 2020 Microsoft raddoppia gli schermi e propone Android

Ci stiamo avvicinando al periodo natalizio, e alcune aziende presentano i loro prodotti ora sperando diventino regali di Natale. Una di queste è Microsoft, che ha presentato la nuova linea Surface. Queste 3 versioni saranno disponibili fra breve:

  1. Surface Pro 7
    • schermo da 12.3″
    • processori Intel (i3/i5/i7)
  2. Surface Pro X
    • schermo da 13″
    • processore personalizzato basato su ARM
    • coprocessore dedicato all’intelligenza artificiale
    • connessione LTE integrata
  3. Surface Laptop
    • schermi da 13″ e 15″
    • processori Intel o AMD

La presentazione mostra anche altri due dispositivi che saranno disponibili per Natale 2020. E questi si pongono come nuovi killer products, novità che intendono scuotere il mercato.

Il primo di cui parliamo è il Surface Neo: un tablet con due schermi da 9″, incernierati tra loro a libro e capaci di aprirsi a 360°.
Ma la vera novità è il suo sistema operativo: Windows 10X. Si tratta di una versione di Windows 10 ottimizzata ad hoc per i dispositivi con due schermi.
Non è esattamente il primo dispositivo del suo genere, ma di questa dimensione e con Windows ci pare proprio di sì.

Il secondo è il Surface Duo: il concetto costruttivo è simile al Surface Neo, ma gli schermi stavolta sono da 5,6″, e definiti “spessi come un foglio”. Dal video di presentazione (qui sotto) le dimensioni del dispositivo, e soprattutto lo spessore da ripiegato, sembrano in effetti comparabili a quelle di uno telefono cellulare.

Ecco un estratto della descrizione (pubblicitaria):

Surface Duo is the first Surface to fit in your pocket. Surface Duo brings together the best of Microsoft productivity experiences, Android apps and Surface hardware design into a single device you can take anywhere. And, yes, it makes phone calls.

Surface Duo è il primo Surface che sta in tasca. Surface Duo mette assieme il meglio delle esperienze produttive di Microsoft, le app di Android e il design hardware di Surface in un singolo dispositivo che puoi portare ovunque. E sì, fa anche le telefonate.

Avrete sicuramente notato due cose:

  • non viene mai definito smartphone, lasciando la categoria indefinita (o meglio, cercando di crearne una nuova: Surface);
  • si parla delle app Android (!).

E per noi la vera notizia è proprio il lancio ufficiale da parte di Microsoft di un dispositivo Android, con tanto di Play Store – a quanto è dato sapere fino ad ora. Questo vorrebbe dire anche il primo dispositivo basato su Linux lanciato da Microsoft.

Forse questo è l’inizio di una nuova stagione di “Microsoft ama Linux”, ma anche di uno spin-off: “Microsoft ama Google”! Interessati?

Ho coltivato la mia passione per l'informatica fin da bambino, coi primi programmi BASIC. In età adulta mi sono avvicinato a Linux ed alla programmazione C, per poi interessarmi di reti. Infine, il mio hobby è diventato anche il mio lavoro.
Per me il modo migliore di imparare è fare, e per questo devo utilizzare le tecnologie che ritengo interessanti; a questo scopo, il mondo opensource offre gli strumenti perfetti.

Tags: , ,