Nuovi percorsi e nuove certificazioni OpenSource dalla LinuxFoundation

0

La Linux Foundation ha recentemente rilasciato tre nuovi corsi sulla piattaforma edX, uno dei leader mondiali nell’e-learning nel campo dei corsi Open Source. I MOOC, acronimo per “Massive Open Online Courses” sono dei corsi online gestiti da edX sulla loro “costola” mooc.org, completamente gratuiti, che trattano gli argomenti più disparati, e che chiunque può seguire perchè organizzati in vari livelli di complessità.

Al momento la richiesta di nuove leve nel campo dell’Open Source è ai livelli più alti di sempre, in quanto ormai è chiaro quanto un full stack developer in quest’ambito sia importante in qualsiasi contesto aziendale, dalla piccola azienda alla multinazionale: quest’offerta di tre nuovi corsi rappresenta quindi un’ottima occasione per chi si voglia avvicinare al mondo Open Source, ma anche per i professionisti, in quanto edX offre facoltativamente una certificazione a pagamento, dal costo complessivo di 149$, rilasciata dopo il completamento di tutti e tre i corsi.

Il primo corso, Open Source Software Development: Linux for Developers, ha un programma di introduzione al mondo Open Source ed è frequentabile da chiunque: non è nemmeno necessario conoscere Linux per partecipare, perchè tratta esclusivamente della parte relativa allo sviluppo in un ecosistema Linux, ed è disegnato da sviluppatori più che da sistemisti. Il corso parte dall’installazione del sistema operativo (in maniera molto semplice e diretta, senza approfondimenti in quanto è propedeutico per seguire il resto del programma), per poi proseguire la gestione dei pacchetti e dei programmi, l’utilizzo degli editor di testo, e un riassunto dei comandi principali per poter muoversi all’interno della shell: completa il tutto un’introduzione al mondo dei compilatori.

Il secondo corso, Linux Tools for Software Development, è a un livello di difficoltà superiore, ed è indirizzato maggiormente ad un contesto professionale, in quanto tratta i vari strumenti necessari per sviluppare sotto Linux, ma non solo: si parla anche di compilatori e di linguaggio C, del quale è richiesta una discreta conoscenza, in quanto verranno insegnate le best practice per generare sia eseguibili che librerie statiche o dinamiche. Ultimo ma non ultimo, viene anche nel dettaglio anche un argomento importante nel contesto Open Source: la preparazione di pacchetti RPM e DEB, fondamentale per la distribuzione e la gestione del versioning del nostro software.

Infine, proprio perché il versioning è importante, l’ultimo corso tratta nel dettaglio lo strumento attualmente più diffuso per questo scopo: Git for Distributed Software Development. Nato per gestire in maniera distribuita lo sviluppo del Kernel Linux, e scritto proprio da Linus Torvalds nel 2005, dopo una breve e rocambolesca parentesi con BitKeeeper, git è uno strumento fantastico anche perchè è organizzato a livelli di complessità: è possibile utilizzarlo in maniera semplice tramite una serie di comandi base, ma presenta tutta una serie di funzionalità avanzate che permettono di gestire qualsiasi situazione. Il corso approccia questa struttura allo stesso modo, partendo con la creazione del repository, proseguendo con commit, diff, merge, arrivando fino al rebase, e presentando anche alcuni argomenti avanzati, senza entrare troppo nel dettaglio, dato anche il target dei corsi.

L’autore di tutti e tre i corsi che, è bene ribadirlo, sono frequentabili anche in maniera completamente gratuita, è Jerry Cooperstein, senior content manager della Linux Foundation dal 1994.

Sostenitore di lunga data dell’Open Source, Sysadmin ma anche programmatore, mi appassiona qualsiasi cosa nell’IT che possa permettere un’espressione di creatività. Nostalgico della filosofia dei tempi andati, ma incuriosito dalle potenzialità dei paradigmi moderni.