Niente è impossibile da capire, se lo spieghi bene!

Ultime notizie

Jan Koum (founder di Whatsapp) dona 1M$ a FreeBSD!

Jan Koum (founder di Whatsapp) dona 1M$ a FreeBSD!
di Alessandro Lorenzi  |  22 novembre 2014

Con un post su Facebook Joan Koum, co-founder di WhatsApp, annuncia di aver donato un milione di Dollari alla FreeBSD foundation. Joan spiega che alla fine degli anni '90 viveva in situazione disagiata nelle case popolari ed in quei tempi divenne utente FreeBSD. Questo sistema operativo l'ha aiutato ad uscire da questo stato. Inoltre i server di WhatsApp utilizzano ancora oggi FreeBSD! Un esempio per molti che oggi lavorano grazie a strumenti Open Source, liberi e gratuiti. Kudos Jan

continua ->

, ,

commenta

Debian ha infine deciso: in merito a systemd si farà... Niente!
di Raoul Scarazzini  |  21 novembre 2014
Dopo aver accettato la nuova discussione proposta da Ian Jackson in merito all'adozione...
continua ->
Ubuntu 16.04 LTS: ultima versione a 32 bit
di Michele Milaneschi  |  20 novembre 2014
A seguito del compimento dei 10 anni di Ubuntu si è concluso l'Ubuntu...
continua ->
NEMOShell: ecco Wayland in tutto il suo splendore!
di Raoul Scarazzini  |  19 novembre 2014
Wayland è un protocollo per la comunicazione tra un display server ed i...
continua ->
Quali sono i segreti del successo? Niente di quello che vi immaginate. Lo dimostra un video di 3 minuti!
di Raoul Scarazzini  |  18 novembre 2014
TED è una società non profit la cui missione è quella di condividere...
continua ->
Ma che cosa sta succedendo al progetto Debian?
di Raoul Scarazzini  |  17 novembre 2014
Mentre il mondo informatico OpenSource assiste alla redenzione di Microsoft e ne valuta...
continua ->
Microsoft Ama Linux? No! Microsoft ama tutti!
di Mario Ciccarelli  |  17 novembre 2014
Agli inizi degli anni '70, un certo John immaginava, e cantava, un mondo...
continua ->

Tutte le altre notizie ->

Ultimi articoli

Hardening SSH : prima di uscire chiudi bene la porta con knockd!

Hardening SSH : prima di uscire chiudi bene la porta con knockd!
di Mario Ciccarelli  |  19 novembre 2014

Se siamo così tanto attenti, quando usciamo di casa, a chiudere per bene porte e finestre, perché non dovremmo porre la stessa attenzione quando decidiamo di uscire dal nostro sistema, lasciandoci comunque la possibilità di potervi accedere da remoto ? Dobbiamo sapere che il nostro sistema Linux, in modo completamente gratuito, ci da in dotazione un energumeno a guardia del nostro fortino: si chiama SSH - Secure SHell - e ne abbiamo già parlato varie volte su questo blog. Lo scopo di questo articolo non è quello di illustrare il funzionamento di SSH ma sarà quello di esplorare tre metodi...

continua ->

Articoli SSH

commenti [4]

Mosh: una valida alternativa a SSH
di Michele Milaneschi  |  28 ottobre 2014
Ogni volta che dobbiamo amministrare una macchina Linux in remoto, viene naturale utilizzare...
continua ->
La storia delle certificazioni Red Hat e come certficarsi oggi, con RHEL7
di Raoul Scarazzini  |  27 giugno 2014
Nell'ambito delle certificazioni sistemistiche Linux, Red Hat ha sempre ricoperto un ruolo di...
continua ->
Installiamo Android in VirtualBox
di Luca Mazzanti  |  9 aprile 2014
In questo articolo installeremo il sistema operativo android in una macchina virtuale. Le...
continua ->

EGroupware, un sistema di collaborazione enterprise: Aggiunta di due domini
di Stefano Bortolato  |  26 marzo 2014
Nella prima parte di questa serie abbiamo visto come installare eGroupware, nella seconda...
continua ->
Creare un repository base Red Hat o Debian in pochi passi
di Raoul Scarazzini  |  18 febbraio 2014
     Quando una distribuzione non possiede un pacchetto di cui si necessita all'interno...
continua ->
EGroupware, un sistema di collaborazione enterprise: Introduzione alla personalizzazione
di Stefano Bortolato  |  23 gennaio 2014
Dopo aver visto come installare eGroupware nella prima parte di questa serie di articoli,...
continua ->

Tutte gli altri articoli ->

Seguici:
Archivi