Diamo un futuro all’istruzione (Linux) nelle scuole, insegnanti, unitevi!

0

opensource

Nell’esperienza maturata durante i seminari nelle scuole ci siamo resi conto di come in realtà l’istruzione italiana sia in totale caduta libera.
Almeno per quanto riguarda l’informatica e, più nel dettaglio, Linux.
La fatiscenza dei laboratori, la continua assenza di fondi e la poca prospettiva verso il futuro alimentano un circolo vizioso destinato ad allontanare anziché avvicinare l’interesse degli studenti verso l’informatica e, più nel dettaglio, verso il loro futuro.

Pretendere che ad oggi gli studenti non abbiano dei laboratori al passo con i tempi ed in grado di sperimentare e mettere le mani su tecnologie attuali è assurdo e controproducente.

Il problema è molto ampio e non certo risolvibile con una o due azioni. Utilizzando però un punto di partenza concreto, è possibile cambiare qualcosa da subito. Phil Shapiro ha avuto un’idea: raccogliere il favore di 20.000 insegnanti per spingere le aziende produttrici di Chromebook a produrre una versione senza video, casse e batteria del dispositivo, riducendo ulteriormente i bassi costi di questo prodotto, che attualmente si assestano intorno ai 200 dollari.
Poco chiaro? Ecco come lo spiega direttamente Phil:

In poche parole, la richiesta è quella di spingere le aziende a creare una versione desktop di Chromebook, che possa essere personalizzabile, sulla base delle esigenze di chi acquista (verosimilmente scuole ed insegnanti).

Avendo la possibilità di acquistare ad un’ipotetica cifra di 100 dollari 20, o 30 Chromebook si potrebbe con una cifra molto bassa rinnovare il parco PC di un qualsiasi laboratorio scolastico oggi presente nel circuito italiano.

Sembra una cattiva idea? Proprio per nulla. Perciò, insegnanti unitevi! Esiste un sito ufficiale del progetto:

https://sites.google.com/site/20000teachers/

Su cui verranno pubblicati video, articoli e testimonianze dell’iniziativa.

Noi di miamammausalinux.org abbiamo cercato da sempre di condividere la conoscenza. Come infatti primi fruitori di sistemi liberi (quindi non solo Linux in se, ma tutto lo strato di prodotti OpenSource che ogni giorno usiamo) ci siamo da sempre sentiti in dovere di condividere a nostra volta la conoscenza, vuoi con articoli, vuoi con notizie, vuoi con seminari e workshop. Ecco perché sosteniamo l’iniziativa #20000teachers!

Da sempre appassionato del mondo open-source e di Linux nel 2009 ho fondato il portale Mia Mamma Usa Linux! per condividere articoli, notizie ed in generale tutto quello che riguarda il mondo del pinguino, con particolare attenzione alle tematiche di interoperabilità, HA e cloud.
E, sì, mia mamma usa Linux dal 2009.