News Ticker

Ubuntu, SUSE e Fedora disponibili sul Windows store!

E’ vero, si tratta di versioni in console, quindi non in ambiente grafico.

E’ vero, l’idea è chiaramente quella di fornire strumenti agli sviluppatori per garantire la compatibilità.

E’ tutto vero, ma intanto Ubuntu, SUSE e Fedora sono disponibili sul Windows store! Vedere per credere:

E sì, ciò significa che nativamente uno sviluppatore può avere da oggi sul proprio delle “app” native windows come quelle dell’immagine:

 

L’installazione è senza attrito, la distribuzione agisce in un ambiente sandbox direttamente su Windows, senza necessità quindi di utilizzare una macchina virtuale; questo garantirà separazione tra gli OS pur lasciando al sistema operativo del pinguino accesso (in condivisione) ad alcune componenti native quali, ad esempio, il filesystem o la rete.

La parte interessante è che, dopo l’annuncio di Windows 10S (una versione che, per chi non avesse letto i dettagli, permette l’installazione di applicazioni provenienti solo dal Windows Store), le distribuzioni disponibili nello shop Microsoft potranno essere installate anche senza una licenza “Pro”, aprendo alla sperimentazione anche sui computer di fascia bassa, particolarmente sfruttata dal mercato “education”.

Quindi, teoricamente, chiunque compri un computer Windows di fascia anche medio-bassa, avendo accesso allo store, potrà facilmente installare un’ambiente Linux su cui iniziare a prendere confidenza con l’ambiente e, chissà, magari successivamente passare ad un’installazione nativa.

Nuovo, deciso passo verso la compatibilità a trecentosessanta gradi, dopo le novità in merito ai filesystem che abbiamo descritto poco meno di un mese fa.

Nuovo, deciso passo verso un futuro roseo e dai confini trasparenti tra i vari sistemi operativi.

Tutto molto strano, ed allo stesso modo bello!

Ah… Se qualcuno avesse bisogno di istruzioni su come installare il tutto, ecco la pagina ufficiale microsoft. Buon divertimento!