OpenBSD approda su Azure

Microsoft, dopo aver di recente annunciato il termine del supporto a Skype Desktop per Linux, stupisce nuovamente tutti aprendo le porte ad un’altra distro.

FreeBSD è già supportato dal 2014 su Azure mentre dall’anno scorso la versione 10.3 è stata reso disponibile sul Marketplace, come VM pre-confezionata. Cosi, dopo aver aggiornato FreeBSD alla versione 11 e aver aggiunto anche pfSense, ecco che arriva OpenBSD 6.1.

Il tutto è stato reso possibile dalla stretta collaborazione di Microsoft con Esdenera Networks, società che si occupa di security, il quale firewall (Esdenera Firewall 3) è basato esattamente su questa distribuzione.

Il tema della sicurezza informatica è certamente molto sentito negli ultimi tempi e quale occasione migliore per offrire supporto ad un OS che lei stessa definisce “trai i più sicuri tra i sistemi UNIX-based”? Inoltre OpenBSD può funzionare anche su ARM su cui Microsoft sta puntando per parte dell’architettura Azure.

Sembra che Microsoft stia facendo il possibile per invogliare i professionisti ad affidarsi ad Azure pur non abbandonando l’OpenSource, saranno le mosse giuste?

Affascinata sin da piccola dai computer (anche se al massimo avevo un cluster di Mio Caro Diario), sono un'opensourcer per caso, da quando ho scoperto che potevo usare qualcosa di simile a Unix sul mio pc: Linux. Sono legacy dentro e sono affezionata a cose come i mainframe ed altre vetustaggini. Se state leggendo un articolo amarcord, probabilmente l'ho scritto io.

Tags: , ,