News Ticker

L’informatica conta poco? In UK si spende più in computer che in armi e munizioni!

1,15 miliardi di sterline contro 1,45 miliardi. È questo il rapporto della spesa del governo inglese nell’anno fiscale 2016/2017 relativo ai costi dell’esercito e quelli dell’apparato informatico.

Se quindi qualcuno ha dei dubbi sul se valga la pena o no studiare l’informatica qui c’è un nuovo dato da tenere presente. È The Register a sviscerare i dati ed a spiegare come il governo inglese, ma verosimilmente tutto il mondo, abbia chiaramente scelto il campo di battaglia per le guerre del nuovo millenio: il mondo virtuale.

L’incremento rispetto al periodo di tempo precedente è impressionante: mezzo miliardo meno per la spesa informatica.

Va detto che tra spese di ammodernamento e previste i dati andrebbero analizzati molto più in dettaglio, ma il concetto è chiaro: l’aspetto informatico dei conflitti non è più marginale, tutt’altro.

E in tutto questo l’OpenSource come viene considerato? L’articolo non lo spiega, ma ad una domanda diretta di The Register al ministero della difesa britannico specifica come “non rilascerà i dettagli del contratto per ragioni commercialmente sensibili“. E se qualcuno sta dicendo Microsoft, probabilmente non sta sbagliando troppo!

 

Da sempre appassionato del mondo open-source e di Linux nel 2009 ho fondato il portale http://www.miamammausalinux.org per condividere articoli, notizie ed in generale tutto quello che riguarda il mondo del pinguino, con particolare attenzione alle tematiche di interoperabilità, HA e cloud.