News Ticker

Microsoft Windows Server 2019 supporterà al meglio Linux e Kubernetes

In un recente post sul blog di Windows Server, Microsoft ha annunciato Windows Server 2019 e per gli utenti Linux sono solo buone notizie.

Gli ambiti principali in cui vengono descritti i miglioramenti sono i seguenti:

  • Hybrid cloud scenarios: integrazione completa dei diversi progetti all’interno del contesto Azure;
  • Security: le shielded virtual machines, speciali VM il cui accesso è consentito solamente attraverso le così dette guarded fabric (interfacce sicure specifiche), introdotte con Windows Server 2016 supportano ora Linux.
  • Application Platform: moltissimi i miglioramenti al Windows Subsystem di Linux (WSL, di cui abbiamo parlato spesso) con un’attenzione particolare al porting degli script Linux in Windows, applicando standard basati su OpenSSH, Curl e Tar. Un’altra grossissima novità è rappresentata dal supporto beta a Kubernetes, con moltissime componenti aggiornate per interagire con i cluster Kubernetes.
  • Hyper-converged infrastructure (HCI): aggiornamenti introdotti in ottica scale, performance e affidabilità per fornire il supporto a quello che sta diventando uno standard di mercato, ossia l’utilizzo del pieno potenziale (quindi multi funzione) delle macchine utilizzate.

La disponibilità di Windows Server 2019 sarà a partire dalla seconda metà del 2018 e sarà una versione LTS, con lo stesso supporto esteso che hanno RHEL e Ubuntu.