Google e Microsoft scoprono una nuova vulnerabilità nelle CPU e la fix rallenta ulteriormente le macchine

Brutte notizie per le CPU di tutto il mondo, già flagellate dallo scorso dicembre dal problema Meltdown e Spectre. Brutte, ma come abbiamo sempre detto, in qualche modo attese. È infatti recente la notizia, che riporta The Verge, della scoperta da parte di Google e Microsoft di una nuova falla denominata Speculative Store Bypass che nella sostanza ripercorre i tratti di quella speculative execution causa di tutti i grattacapi che stiamo vivendo in questi mesi, eccola spiegata molto chiaramente in questo video:

La cosa peggiore è che la soluzione di questo problema una volta applicato al firmware delle CPU ne cala le performance tra il 2 e l’8 percento. Non poco, se sommato a quanto già le CPU sono state rallentate dalle precedenti fix per Spectre.

E le grandi aziende cosa fanno nel frattempo? Si va da Microsoft che sta offrendo fino a duecentocinquantamila dollari per la scoperta di bug simili a Meltdown e Spectre fino ad arrivare in qualche modo ad Intel che è al lavoro sulle modifiche alle CPU del futuro, che vedranno la luce alla fine di quest’anno. Il che, se non lo si fosse capito, significa che il tempo delle patch non è affatto finito, tutt’altro: il bello deve ancora venire!

Da sempre appassionato del mondo open-source e di Linux nel 2009 ho fondato il portale Mia Mamma Usa Linux! per condividere articoli, notizie ed in generale tutto quello che riguarda il mondo del pinguino, con particolare attenzione alle tematiche di interoperabilità, HA e cloud.
E, sì, mia mamma usa Linux dal 2009.

Tags: , , , ,