La distribuzione Linux di Microsoft, CBL-Mariner, diventa 2.0

L’anno scorso vi abbiamo annunciato la distribuzione targata Microsoft, ed ora è arrivato il momento di un aggiornamento!

Da allora i lavori sulla distribuzione non si sono interrotti, e anzi: negli ultimi mesi sono raddoppiati.
Infatti è di qualche giorno fa il rilascio al pubblico della versione 2.0 di CBL-Mariner, con una serie di pacchetti di sistema o applicativi disponibili ben aggiornata:

  • Kernel (Microsft) 5.15 LTS;
  • Glibc 2.35;
  • NodeJS 16.14.2;
  • Python 3.9.10;
  • Ruby 3.1.2;
  • Golang 1.17.8;
  • Rust 1.59.0;
  • Systemd 250.3;
  • OpenJDK 11.

Solo Java quindi sembra un po’ indietro rispetto all’ufficiale ultima LTS, la 17, ma per il resto si potrebbe definire bleeding edge, al pari almeno di Ubuntu 22.04.
Se la volete provare, nell’annuncio trovate i link per i container e perfino una iso!

Potrebbe sembrare un semplice bump delle versioni dei pacchetti, ma un dettaglio rende diversa e incompatibile la versione 2.0 con la 1.0: il DB di backend di RPM. Tradizionalmente, il sistema di pacchetti RPM usa Berkeley DB, che trae le sue origini da BSD, la variante di UNIX sviluppata proprio alla Berkeley. Invece in questa nuova distribuzione si userà SQLite, per avere a disposizione query più potenti e maggior sicurezza di integrità dei dati.

Il rilascio della versione 2.0 non ha fermato la 1.0, di cui pochi giorni fa è stato pubblicato un update. Anche in questo caso troviamo una serie di patch e miglioramenti nelle versioni del software disponibile, tutto su Kernel 5.10.

Ricordiamo che il target di questa distribuzione sono sempre container e cloud o edge _computing, oltre che l’implementazione di WSL2, tutti ambiti in cui la leggerezza (RAM e disco necessari) e le performance (in particolare la velocità di avvio) sono cruciali.

Che dite, merita una prova?

Ho coltivato la mia passione per l'informatica fin da bambino, coi primi programmi BASIC. In età adulta mi sono avvicinato a Linux ed alla programmazione C, per poi interessarmi di reti. Infine, il mio hobby è diventato anche il mio lavoro.
Per me il modo migliore di imparare è fare, e per questo devo utilizzare le tecnologie che ritengo interessanti; a questo scopo, il mondo opensource offre gli strumenti perfetti.

Tags: , , , ,