Buone notizie per chi vuole acquistare dei Raspberry Pi: la crisi sta rientrando

7

All’inizio di ottobre di quest’anno 2022 abbiamo raccontato della scarsità di Raspberry Pi dovuta alla crisi della catena produttiva dei microcomponenti elettronici, in particolare il Chip Broadcom BCM2711. Quanti infatti in quel periodo stavano cercando di acquistare dei Raspberry Pi rischiavano di trovarsi di fronte a situazioni tipo questa (cortesia di Phoronix):

176 dollari per un dispositivo che in condizioni normali veniva venduto a meno di 40 non erano certamente la sintesi di una spesa “ideale”, ed è per questo che un po’ tutti ci eravamo allarmati (e soprattutto avevamo evitato di acquistare).

Fortunatamente però Eben Upton, Chief Executive Raspberry Pi Trading, ha fornito dei nuovi aggiornamenti che sono tutte buone notizie. Pare infatti che la scarsità di fornitura sia terminata:

As a thank-you to our army of very patient enthusiast customers in the run-up to the holiday season this year, we’ve been able to set aside a little over a hundred thousand units, split across Zero W, 3A+ and the 2GB and 4GB variants of Raspberry Pi 4, for single-unit sales.

Come ringraziamento al nostro esercito di super pazienti ed entusiasti clienti nel periodo che ha portato alla stagione festiva, siamo stati in grado di riservare più di centomila unità, tra Zero W, 3A+ e le varianti a 2 e 4GB di Raspberry Pi 4, per la vendita al dettaglio.

Quindi, al netto di avvoltoi e vendite sovra prezzate, si dovrebbe essere in grado di acquistare le unità a cifre umane nel breve.

Quanto questa fascia di tempo sarà, in particolare per noi italiani, è tutto da vedere. Al momento sul fornitore italiano ufficiale, RS sistemi, i modelli a 4 e 8 GB di Raspberry 4 sono dati per esauriti e su Amazon invece costano abbondantemente sopra i 120 euro. Se questo annuncio sortirà l’effetto desiderato solo il tempo potrà dirlo.

Il consiglio rimane, a meno che non sia estremamente necessario, di aspettare ancora un po’.

Da sempre appassionato del mondo open-source e di Linux nel 2009 ho fondato il portale Mia Mamma Usa Linux! per condividere articoli, notizie ed in generale tutto quello che riguarda il mondo del pinguino, con particolare attenzione alle tematiche di interoperabilità, HA e cloud.
E, sì, mia mamma usa Linux dal 2009.