Il nuovo motore di ricerca in Rust e le altre novità di GitHub in merito a Copilot ed i test mediante AI

0

GitHub ha da sempre abituato i propri utenti a costanti novità e basta seguire ad esempio il canale twitter dell’azienda di proprietà di Microsoft per accorgersi di quanto il progetto, che volente o nolente riguarda la maggioranza di quanti lavorano a progetti open-source (e non solo), sia in costante fermento.

Ad esempio è stato recentemente presentato un nuovo motore di ricerca sviluppato per rendere più semplice e veloce la navigazione e la navigazione in quello che è il più grande repository di codice del mondo.

Il progetto era in beta dallo scorso febbraio ed a quanto pare la fase di testing si è conclusa con successo ed è culminata nel rilascio in general availability.

L’interfaccia di ricerca completamente ridisegnata ora fornisce suggerimenti, completamenti e la possibilità di suddividere i risultati, mentre uno strumento di visualizzazione del codice ridisegnato ha integrato la ricerca, la navigazione e la navigazione del codice.

In quale linguaggio è sviluppato questo nuovo motore? Bravi, avete indovinato, nel linguaggio del momento: Rust!

Questo oggettino indicizza i 200 milioni di repository GitHub che ora possono essere esplorati più facilmente. 200 milioni. 200. Milioni.

E sapete chi beneficia di questo tipo di motore? Ma certamente, Copilot! L’assistente AI di GitHub, tanto che nell’articolo Accelerate test-driven development with AI vengono mostrati scenari in cui questo è utilizzabile proprio per rendere più fluido lo sviluppo con tre proof of concept:

  • Sfruttare GitHub Copilot per accelerare lo sviluppo basato su test in Swift.
  • Utilizzare GitHub Copilot per rimodellare il proprio codice.
  • Generare Test double completi utilizzando GitHub Copilot.

Insomma, è inutile girarci intorno: il futuro dello sviluppo è lì, ma mi raccomando, toglietevi dalla testa che GitHub Copilot possa aiutarvi in qualsiasi campo:

Come dimostra questo tweet, anche Copilot ha i suoi limiti 🙂 :

Da sempre appassionato del mondo open-source e di Linux nel 2009 ho fondato il portale Mia Mamma Usa Linux! per condividere articoli, notizie ed in generale tutto quello che riguarda il mondo del pinguino, con particolare attenzione alle tematiche di interoperabilità, HA e cloud.
E, sì, mia mamma usa Linux dal 2009.