Google cambia l’algoritmo: oggi è il giorno del Mobilegeddon!

Oggi 21 Aprile è il giorno del giudizio. L’apocalisse mobile. Il Mobilegeddon, come è già stato ribattezzato in Rete.

Infatti Google aggiornerà in tutto il mondo il suo algoritmo di ricerca su mobile dando la priorità ai siti ottimizzati per smartphone e tablet.
Questo significa che un portale ben indicizzato e posizionato ai primi risultati potrebbe scivolare di numerose posizioni nelle ricerche se non risulta facilmente fruibile su piccoli schermi.
La continua crescita del traffico mobile, oggi pari al 60% ha fatto adeguare il colosso californiano.
Google ha infatti comunicato l’imminente novità lo scorso febbraio.

Ci siamo messi subito al lavoro e abbiamo rifatto interamente il sito

Google ha messo a disposizione un tool a questo indirizzo per vedere se un sito è pronto o meno per il mobile.
Si può verificare facilmente che i siti italiani che dovranno correre ai ripari non sono pochi.
Governo.it, ad esempio, risulta non essere adeguato perché «il testo è troppo piccolo da leggere, i link sono troppo vicini l’uno all’altro e l’area visibile su dispositivi mobili non è impostata».

Non ha importanza da dove verrà effettuata la ricerca: se dal telefono, dal Chrombook o dal computer desktop, i siti ottimizzati per il mobile subiranno una spinta nella classifica dei risultati di ricerca.

Resta da chiedersi se le modifiche apportate dal nuovo algoritmo porteranno vantaggi solamente ai siti mobile ai danni delle versioni desktop o se c’è sotto qualcosa in più.

Tags: ,