Quindi quante persone vogliono cambiare il nome a openSUSE? 42.

Ricordate il recente articolo “openSUSE cambierà nome? Forse, ma non si sa in cosa” nel quale vi raccontavamo del sondaggio indetto dal progetto openSUSE per capire se cambiare nome o meno al progetto?

Bene, tutte le persone che si sono preoccupate di veder cambiare nome alla loro distribuzione preferita possono stare tranquille: 225 hanno votato no, 42 sì.

Per quanto quindi emblematico il numero 42 sia per tutti quelli a cui piace fare l’autostop nella galassia, il nome del progetto rimarrà openSUSE.

Se i numeri sembrano bassi, al limite del ridicolo, va tenuto presente un aspetto: ad aver diritto di voto per questo tipo di decisioni sono “solo” 491 persone. Certo stupisce vedere in ogni caso poco più della metà dei coinvolti partecipare alla discussione e, certamente, non aver nemmeno un’idea di quale sarebbe stato il nuovo nome non ha certo aiutato la partecipazione, ma in ogni caso la decisione (non) è stata presa: tutto rimarrà come è oggi.

La terrorizzante prospettiva di rendere obsoleti decine di gadget con brand openSUSE sembra quindi aver prevalso sulla volontà di cambiamento. Resta da vedere se, in ogni caso, la costituzione di un’entità diversa dall’attuale community (si parlava di una foundation) verrà comunque perseguita.

Al momento non è dato saperlo, ma una cosa la sappiamo per certa: qualsiasi entità si chiamerà openSUSE.

Da sempre appassionato del mondo open-source e di Linux nel 2009 ho fondato il portale Mia Mamma Usa Linux! per condividere articoli, notizie ed in generale tutto quello che riguarda il mondo del pinguino, con particolare attenzione alle tematiche di interoperabilità, HA e cloud.
E, sì, mia mamma usa Linux dal 2009.

Tags: ,