Docker e AWS insieme per rendere più semplice e automatico il deploy multi container in ECS

Se sia il primo di una serie di risultati che la nuova proprietà Mirantis vuol fare raggiungere a Docker non è dato di saperlo, ma certo è che dopo la recente acquisizione il progetto Docker appare più vivo che mai.

Lo testimonia la partnership stabilita con AWS per semplificare il deployment multi container nella piattaforma ECS (Elastic Container Service) di Amazon, operazione che fino ad oggi richiedeva diversi passi manuali e che, in seguito a questo nuovo accordo, dovrebbe essere semplificata e più accessibile.

In particolare gli sviluppi riguardano l’utilizzo di docker compose e l’introduzione del comando docker ecs compose che consente di automatizzare tutti gli aspetti rilevanti del deployment.

In questa immagine che arriva direttamente dall’annuncio del principal solutions architect Carmen Puccio sulla pagina AWS viene riassunta la modalità introdotta e l’utilizzo del comando:

Allo stesso tempo è Docker stessa ad annunciare la feature sul proprio blog, aggiungendo anche un interessante video dimostrativo:

Pur essendo ancora in public beta, le intenzioni di Amazon sono quelle di portare la feature in GA (general availability) il prima possibile e di far sì che questo nuovo approccio venga adottato su larga scala.

Che siate stati scettici o meno nel recente passato in merito al futuro dell’azienda Docker, ecco qui la conferma che il progetto è vivo e vegeto, proiettato decisamente verso il futuro.

Da sempre appassionato del mondo open-source e di Linux nel 2009 ho fondato il portale Mia Mamma Usa Linux! per condividere articoli, notizie ed in generale tutto quello che riguarda il mondo del pinguino, con particolare attenzione alle tematiche di interoperabilità, HA e cloud.
E, sì, mia mamma usa Linux dal 2009.

Tags: , , , ,