Il maintainer di Nouveau, driver open-source NVIDIA del Kernel Linux, annuncia le dimissioni

3

Anche se dal titolo potrebbe sembrare, le dimissioni del principale sviluppatore del driver Nouveau (ossia l’implementazione open-source del driver per schede grafiche NVIDIA) raccontate da Phoronix non sono frutto di burnout o polemiche di qualche tipo, ma semplicemente il completamento di un progetto lungo più di 15 anni.

O almeno, così appare leggendo le dichiarazioni dello sviluppatore:

This is a personal decision that I’ve been mulling over for a number of years now, and I feel that with GSP-RM greatly simplifying support of future HW, and the community being built around NVK, that things are in good hands and this is the right time for me to take some time away to explore other avenues.
I still have a personal system with an RTX 4070, which I’ve been using the nouveau GSP-RM code on for the past couple of weeks, so chances are I’ll be poking my nose in every so often 🙂

Questa è una decisione personale su cui ho riflettuto per molti anni, e penso che con la semplificazione introdotta da GSP-RM nella gestione dell’hardware futuro e la community cresciuta intorno a NVK il progetto è in buone mani ed è il momento giusto per andare a fare altre cose.
Ho ancora un sistema con una RTX 4070 che sto usando da un paio di settimane con il codice GSP-RM di nouveau quindi la probabilità che metta il naso ancora da qualche parte è alta 🙂

Da queste parole traspare una certa serenità di base che non sembra toccare né i temi relativi al nemico burnout o alla necessità dei maintainer di essere pagati di cui abbiamo parlato in alcuni Saturday’s Talks.

Eppure leggendo le riflessioni di Michael Larabel, l’autore di Phoronix, questa non è per nulla una normale notizia.

Larabel valuta la perdita per lo sviluppo di Nouveau grave non solo per il progetto in sé, ma per l’intero ecosistema di driver NVIDIA open-source in generale. Skeggs, lo sviluppatore dimissionario, è stato il contributore principale del driver del kernel Nouveau (da dipendente Red Hat) e sebbene altri siano al lavoro sui driver correlati (NVK Vulkan, Nouveau OpenCL, etc.) l’assenza Skeggs aprirà scenari inediti nel supporto Linux open-source dei dispositivi NVIDIA.

Pur essendo quindi le motivazioni dello sviluppatore di natura personale, la vicenda non fa che richiamare quanto ormai viene discusso da tempo in merito al supporto volontario dei progetti open-source. Nell’articolo Open Source Needs Maintainers. But How Can They Get Paid? scritto da Heather Joslyn di The New Stack il tema viene sviscerato nella sua interezza ed evidenzia come se una sfida esiste per il mondo open-source, questa è trovare un equilibrio tra volontariato e retribuzioni, perché troppi progetti che sono critici per workload personali e aziendali dipendono dai propri maintainer.

Da sempre appassionato del mondo open-source e di Linux nel 2009 ho fondato il portale Mia Mamma Usa Linux! per condividere articoli, notizie ed in generale tutto quello che riguarda il mondo del pinguino, con particolare attenzione alle tematiche di interoperabilità, HA e cloud.
E, sì, mia mamma usa Linux dal 2009.